Vivian Mayer

Nasce Lunedì 1 febbraio 1926 a New York. Muore il 21 Aprile 2009 a 83 anni a Chicago.
Il padre di Vivian Maier ha origini austro-ungariche, mentre la madre è francese. A partire
dall’eta di 4 anni, Vivian cresce solo con la madre in Francia, condividendo un
appartamento con la fotografa Jeanne Bertrand. Tornata a New York nel 1938 inizia a
fare la governante per guadagnarsi da vivere. Ha 12 anni. Una volta alle dipendenze della
famiglia Gensburg allestisce un piccolo laboratorio fotografico nel bagno dell’abitazione.
Diventa famosa nel mondo perché un bel giorno John Maloof, agente immobiliare
appassionato di collezionismo, partecipò ad un’asta che si teneva a Chicago e decise di
investire poco meno di 400 dollari nell’acquisto di una scatola stracolma di pellicole: e fu lì
che Maloof scoprì Vivian Maier.
Era il 2007. Una ricerca su Google di Vivian Maier non dava risultato alcuno.
Maloof scopre di avere tra le mani circa 100.000 negativi e decide di pubblicarne
qualcuno. Il successo è immediato. Subito viene acclamata la creativita e la qualita
dell’opera di Vivian rendendo finalmente noto al mondo il suo incredibile talento.
La successiva ricerca di Maloof su Google gli restituisce un necrologio. Era il 2009.
Forse ha fatto esattamente quello che voleva della sua vita …

La presentazione cerca di dare una idea di massima dell’opera della Maier che fa della
“Street Photography” la sua passione e vocazione. La Maier ci fa vedere uno spaccato
dell’evoluzione della societa americana negli anni 50 fino agli 70 con un occhio quasi
imparziale di quello che vede.
Il suo è un occhio critico che cerca di portare alla luce le diversita, i meno fortunati e lo fa
mantenendo una distanza rispettosa dell’individuo. Nella maggior parte dei casi i soggetti
delle sue foto sono dei bellissimi ritratti dove la Maier stabilisce un contatto visivo con il
soggetto per il cogliere il messaggio dello stesso.
Con i bambini si vede chiaramente che riesce a stabilire dei contatti visivi rilassati per come il soggetto guarda la macchina fotografica. Probabilmente il lavoro di tata le dava
facilita in stabilire questi collegamenti.
Vivian Maier una grande fotografa con una grande produzione di “Street Photography” in termini di qualita e quantita. Com’è possibile cha sia stata scoperta postuma?