MOSTRA “aqua” – Alfredo Matacotta Cordella

L’ACQUA E I SUOI PONTI

Immobile non lo è mai, contenuta tra due alte sponde defluisce lenta, appaiono rifrazioni in un gioco di strane geometrie.

Il ponte si riflette ed appare il suo volto insolito e nascosto. La luce crepuscolare sembra parlare con l’acqua, disegna un atmosfera che trascina i pensieri lontano nel suo moto fluttuante. Un relitto abbandonato resiste al moto ondoso, l’acqua sembra quasi lo accarezzi ed ascolta la sua storia.

L’architettura cambia e con essa la scenografia, le luci disegnano righe ondulate, catturano gli sguardi mentre l’arco appare in tutta la sua potenza e maestosità. Quando appare La Cupola la tensione si scioglie, la grande bellezza si mostra e l’acqua abbraccia in vortici lenti la meraviglia della nostra città.