Giovanni Barrilà

Ritengo che  la fotografia sia l’espressione di un attimo irripetibile ma anche la manifestazione della mia fantasia, del mio pensiero; tra le innumerevoli sfaccettature della fotografia preferisco i ritratti perché mi permettono di socializzare, di “carpire e catturare” l’intimo delle persone; la foto notturna mi affascina in quanto mi consente di esprimere al meglio la mia creatività con i suoi particolarissimi colori, sfumature, luci ed ombre, trovo particolarmente interessante anche la  “macro” in quanto la natura ci offre cose strabilianti che ad occhio nudo non sempre è possibile vedere o valutare; ed infine le foto  di architettura perché mi consentono di mettere in risalto le strutture e la creatività dell’architetto.

mostra presepe vivente 001

dsc_4842_1

Praga

dsc_3791

L’Induismo, l’arte per celebrare gli dei